Biella, uomo lascia morire 30 animali di sete e di fame

Biella, uomo lascia morire 30 animali di sete e di fame

La macabra scoperta di un escursionista

Ed è proprio vero che il peggio non ha mai fine. Da Biella una vicenda veramente sconcertante: un’escursionista ha trovato per caso il luogo dove un uomo aveva lasciato morire ben 30 animali di fame e di sete.

Sanitaveternaria.com – Biella. Una morte atroce quella a cui un uomo di 44 anni avrebbe condannato circa una trentina di animali.
La vicenda arriva dal comune di Veglio, in valle di Mosso, provincia di Biella.
Qui, un escursionista al quale era scappato il cane ha fatto la macabra scoperta: un vero e proprio cimitero di animali.

L’escursionista ha immediatamente segnalato la situazione ai carabinieri forestali che sono intervenuti insieme al Servizio veterinario dell’Asl di Biella ritrovando una stalla ormai in disuso con all’interno una trentina di scheletri di ovini, caprini e di un cane.

A Biella uomo indagato per uccisione di animali

Le indagini delle forze dell’ordine hanno evidenziato che gli animali sono stati volutamente legati e lasciati morire senza cibo né acqua, una morte veramente atroce.
Il cane pare fosse l’unico animale libero ma, rimasto accanto al gregge come d’abitudine, l’abbandono lo ha comunque portato alla morte.

Fortunatamente grazie a tutti gli accertamenti fatti, è stato possibile identificare l’azienda a cui appartenevano gli animali, individuando così anche il responsabile che già nel 2021 aveva deliberatamente lasciato morire i propri animali di stenti.
Si tratta di un quarantaquattrenne residente in zona che al momento risulta quindi indagato per abbandono, maltrattamento e uccisone di animali.

CATEGORIES
TAGS